Noi e i nostri partner utilizziamo, sul nostro sito, tecnologie come i cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare il nostro traf fico. Facendo click di seguito, chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione si acconsente all'utilizzo di questa tecnologia. Puoi cambiare idea e modificare le tue scelte sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Visualizza dettagli

Mirtillo rosso: proprietà, benefici e valori nutrizionali

da Elena Arrisico,

Le proprietà, i benefici e i valori nutrizionali del mirtillo rosso, per la salute dell’organismo, sono molteplici: si va dall'efficacia terapeutica del mirtillo rosso come coadiuvante per combattere la cistite all'aiuto nella lotta alle patologie dell’apparato cardiocircolatorio, passando per la prevenzione dei tumori e non solo. Il cosiddetto “mirtillo rosso americano” è un frutto di bosco dalle molte virtù curative e nutritive e può essere consumato – tra i tanti modi - fresco, come succo o come integratore. Scopriamo di più su questo gustoso alimento.

[anchorlinks]

Origini e caratteristiche del mirtillo rosso

Foto di Julia Metkalova/Shutterstock.com

Il mirtillo rosso americano è un vero toccasana per la salute. Si tratta del frutto di un arbusto facente parte della famiglia delle Ericaceae, del genere Vaccinium: questa pianta cresce in modo spontaneo in Europa ed è possibile trovarla anche nell’Italia settentrionale, in special modo nelle zone tra le Alpi e l’Appennino tosco-emiliano.

Questo arbusto sempreverde raggiunge un’altezza compresa tra i 10 e i 30 centimetri e produce dei piccoli frutti caratterizzati da una forma sferica e dal gusto acidulo: i mirtilli rossi, per l’appunto. Tali bacche sono inizialmente bianche, ma cambiano colore con l’aumentare del grado di maturazione fino a divenire di colore rossastro.

Esistono diverse varietà di questa pianta: ad esempio, il mirtillo rosso – che cresce spontaneamente in Italia – e il mirtillo rosso americano, quello più diffuso nel mondo.

La differenza tra il mirtillo nero e il mirtillo rosso

I due mirtilli sono frutti di due piante diverse, ma della stessa famiglia e vantano caratteristiche molto simili.

Il mirtillo nero è un arbusto perenne alto circa 20-25 centimetri, che cresce nelle zone di sottobosco, soprattutto nel Nord America e in Europa: in Italia, si trova nei boschi di Alpi e Appennini. La raccolta di questo frutto avviene tra la fine di luglio e l’inizio di settembre.

Anche il mirtillo rosso è un arbusto sempreverde dall’altezza più o meno simile – come visto prima - e con la stessa origine. In questo caso, la raccolta delle bacche inizia a fine settembre, sebbene la fioritura della pianta avvenga da giugno a luglio.

Dal gusto particolarmente dolce, il mirtillo nero è ricco di vitamine, flavonoidi e beta-carotene, per cui è particolarmente indicato in caso di fragilità capillare, per la prevenzione di alcuni disturbi visivi - come la cataratta, la retinopatia e il glaucoma – del diabete e dei disturbi intestinali, oltre che della degenerazione tumorale e dell’invecchiamento cellulare.

Dal gusto intenso e leggermente più acidulo rispetto al mirtillo nero, il mirtillo rosso vanta, invece, delle proprietà legate anche ai suoi principi attivi di natura acida e, dunque, all’acido malico, all’acido citrico e all’acido benzoico, oltre che a fenoli - come quercetina e miricetina - e polifenoli.

I valori nutrizionali del mirtillo rosso

I valori nutrizionali del mirtillo rosso rappresentano il motivo per cui questo frutto è particolarmente salutare per l’organismo. Vediamo, nella tabella seguente, la sua composizione:

Sostanze nutritiveQuantità per 100 grammi di prodotto
Vitamina A13 µg
Vitamina B10,02 mg
Vitamina B20,05 mg
Vitamina B30,50 mg
Vitamina C14 mg
Ferro0,23 mg
Sodio2 mg
Potassio80 mg
Fosforo11 mg
Magnesio6 mg
Zinco0,09 mg
Calcio41 mg
Acqua87,32 g
Proteine0,46 g
Grassi0,13 g
Carboidrati11,97 g
Fibre3,6 g

Come tutti i frutti di bosco, anche il mirtillo rosso è un frutto che non contiene molti zuccheri semplici, al contrario di fibre e vitamina C di cui è ricco. Il mirtillo rosso presenta un elevato contenuto di antocianine, in particolar modo di cianidina e peonidina che gli conferiscono la colorazione rossastra. Sono, inoltre, presenti delfinidina o mirtillina e quercina, sostanze dall’attività antiossidante e dalle numerose proprietà benefiche.

Le calorie del mirtillo rosso

Le calorie del mirtillo rosso sono pari a 46 per 100 grammi di prodotto. Grazie al ridotto quantitativo di zuccheri e al basso contenuto calorico, il mirtillo rosso rappresenta un alleato della linea che può essere inserito nelle diete ipocaloriche: può essere consumato da chi desidera restare in forma, dimagrire o perdere peso.

I benefici del mirtillo rosso

I benefici del mirtillo rosso sono molteplici: si tratta, infatti, di un alimento particolarmente prezioso per la salute dell’organismo, sotto diversi punti di vista. Consumando questo frutto, è possibile contrastare le infezioni alle vie urinarie – come nel caso della cistite cronica – ma anche patologie del sistema cardiocircolatorio, oltre a prevenire tumori.

La vitamina C che si trova nel mirtillo rosso vanta una funzione antiossidante importante per il sistema immunitario, oltre ad essere coinvolta nella sintesi del collagene e nell’assorbimento di ferro da parte dei globuli rossi. Anche la quercitina è un flavonoide dall’azione antiossidante, in grado di contrastare i radicali liberi, rallentando l’invecchiamento cellulare e proteggendo le cellule.

La luteina e la zeaxantina contenute nel mirtillo rosso appartengono al gruppo di carotenoidi e sono in grado di apportare notevoli benefici agli occhi e alla retina in particolare. A cosa serve il mirtillo rosso, dunque?

Il mirtillo rosso per la cistite

Il mirtillo rosso vanta delle eccellenti proprietà antibatteriche, che si rivelano particolarmente utili contro le infezioni urinarie e in caso di cistite: si tratta di disturbi che spesso si presentano soprattutto nelle donne in menopausa. La presenza di proantocianidine è in grado di inibire l’adesione di batteri patogeni – soprattutto del tipo Escherichia Coli che provoca circa l’80 per cento delle infezioni urinarie - alle pareti del tratto urinario: queste infezioni si verificano, infatti, quando la presenza di determinati microrganismi superano la soglia di normalità per il corpo. Il mirtillo rosso rende le urine maggiormente acide e crea un ambiente sfavorevole ai batteri.

Le proprietà antitumorali

L’attività benefica del mirtillo rosso riguarda anche il campo oncologico: pare che consumare questo frutto prevenga diversi tipi di cancro, come quello dell’esofago, del seno, dello stomaco, del colon, della prostata, della vescica, il glioblastoma e il linfoma. Sembra che ciò sia dovuto all’inibizione della proliferazione cellulare e dell’adesione cellulare, oltre che alla diminuzione dell’infiammazione e dello stato ossidativo delle cellule. A inibire la crescita delle cellule tumorali sarebbero proantocianidine e flavonoidi contenuti.

Le proprietà antiossidanti

Grazie alla presenza di antocianine, quercitina, vitamina C e carotenoidi, il mirtillo rosso è un frutto dall’elevato potere antiossidante: ciò contrasta l’attività dei radicali liberi, rallentando l’invecchiamento cellulare dell’organismo.

Le proprietà per il sistema cardiovascolare

Il potere degli antiossidanti contenuti nel mirtillo rosso hanno effetti positivi anche sul sistema cardiovascolare: i flavonoidi contribuiscono a ridurre il rischio di disturbi cardiaci, migliorando la salute del cuore e diminuendo l’ossidazione delle LDL – le lipoproteine a bassa densità - e delle VLDL - lipoproteine a densità molto bassa – le quali sono generalmente coinvolte nello sviluppo dell’aterosclerosi. Senza contare che il succo di mirtillo rafforza il colesterolo di tipo buono (HDL) nel sangue.

Le proprietà digestive

I mirtilli rossi sono frutti ricchi di fibre, motivo per cui aiutano la digestione e migliorano la salute di stomaco e intestino. Per trarne tutti i benefici è opportuno, però, mangiare la bacca per intero o preparare un frullato di mirtillo.

Le proprietà per la gravidanza

Tra le proprietà terapeutiche del mirtillo rosso ci sono quelle benefiche per la gravidanza: l'assunzione di vitamina C può essere di aiuto nella prevenzione della preeclampsia, condizione che può provocare parto prematuro se associata ad alta pressione arteriosa. Per maggiore sicurezza sugli effetti di questo frutto se in dolce attesa, domandate al vostro ginecologo.

Le proprietà per il sistema immunitario

Il consumo di mirtillo rosso rafforza il sistema immunitario: pare che chi beva un bicchiere di succo di mirtillo al giorno abbia meno probabilità di contrarre influenze e raffreddori. Tali benefici sono riconducibili alle vitamine, ai sali minerali e agli antiossidanti contenuti in esso.

Le proprietà dimagranti

Il mirtillo rosso rappresenta un ottimo antiossidante con pochi zuccheri, il che lo rende un frutto ideale per chi cerca un aiuto per restare in forma, dimagrire o perdere peso. Ricco di vitamina C, il mirtillo rosso può essere consumato per dimagrire come succo puro e senza zuccheri: bevetelo a colazione per iniziare la giornata nel migliore dei modi.

Le proprietà per i denti

Bere il succo di mirtillo – anche se acido – rappresenta un aiuto per la salute dei denti: le proantocianidine contenute aiutano nella prevenzione delle infezioni, inibendo la crescita dei batteri. Tale processo ha un effetto benefico sulla salute dentale, prevenendo la carie.

Le proprietà per gli occhi

Il mirtillo rosso, grazie alla mirtillina e alle antocianine, è efficace contro la fragilità capillare, riuscendo a combattere anche l'affaticamento della vista e agendo sulla circolazione periferica e sui capillari della retina. Tutto ciò apporta grandi benefici alla vista.

Come si mangia

Il mirtillo rosso può essere consumato come frutta fresca o spremuto, per arricchire yogurt, i cereali della colazione o per preparare macedonie. Questo frutto è adatto, inoltre, per preparare dolci, succhi di frutta, frullati, liquori, marmellate, decotti, infusi, ghiaccioli, granite e gelati.

Particolarmente gustoso è il succo di mirtillo rosso puro: meno dolce rispetto agli altri succhi di frutta, questo è facile da trovare al supermercato senza zuccheri aggiunti. Il mirtillo rosso può essere consumato anche come integratore o estratto secco da acquistare in erboristeria.

Controindicazioni

Infine, il mirtillo rosso non è privo di controindicazioni: è possibile, infatti, che questo frutto abbia delle interazioni con alcuni farmaci anticoagulanti e che possa provocare delle allergie. In linea generale, è sempre consigliabile consultare il proprio medico, se si assumono farmaci o se si vogliono consumare integratori di mirtillo rosso.

https://best-cooler.reviews/

https://pillsbank.net

best-cooler.reviews