Noi e i nostri partner utilizziamo, sul nostro sito, tecnologie come i cookie per personalizzare contenuti e annunci, fornire funzionalità per social media e analizzare il nostro traf fico. Facendo click di seguito, chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione si acconsente all'utilizzo di questa tecnologia. Puoi cambiare idea e modificare le tue scelte sul consenso in qualsiasi momento ritornando su questo sito. Visualizza dettagli

Influenza: al via la campagna vaccinale 2011-2012

Al via la campagna per la vaccinazione influenzale, che promuove la giusta dose di prevenzione dell’influenza stagionale grazie alla somministrazione del vaccino

da Camilla Buffoli,

E’ ufficialmente cominciata la Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2011-2012: metà ottobre, tempo di vaccino e di prevenzione dell’influenza, soprattutto per le categorie considerate maggiormente a rischio, come gli anziani. La vaccinazione è l’arma vincente per battere davvero i virus influenzali sul tempo, che garantisce un’immunizzazione efficace, una sorta di barriera protettiva contro l’aggressione dell’ondata influenzale.

“I vaccini sono già in tutte le farmacie, e siamo pronti a iniziare la campagna di immunizzazione. Il momento giusto per vaccinarsi, prosegue Racca, è ora: la protezione comincia due settimane dopo l'inoculazione e perdura per un periodo di sei-otto mesi. E con l'arrivo del primo freddo, inizieranno le richieste. Il costo varia da 8 euro a 11 (per il siero adiuvato) e dunque in molti, soprattutto persone che lavorano, ogni anno decidono di acquistare il vaccino in farmacia” ha osservato Annarosa Racca, presidente di Federfarma.

Per le categorie di persone a rischio, come gli anziani over 65, i malati cronici, le donne in gravidanza al secondo o al terzo trimestre, invece, il referente giusto per sottoporsi alla vaccinazione anti-influenzale è il medico di famiglia.

“Ogni anno segnaliamo con anticipo il fabbisogno di vaccini alla Asl, incrociando i nostri dati con i loro. Quindi la Asl ci invia la comunicazione, e andiamo a prendere i sieri: io lo farò domani. A questo punto mettiamo i cartelli nello studio medico, avvisando che il vaccino è arrivato e ci si può prenotare: in genere, entro 10-15 giorni è tutto finito. Anche se a volte capita di vaccinare anche a novembre qualche ritardatario” ha aggiunto Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale (Simg).

морские контейнерные перевозки украина

www.baly.com.ua

www.russ-love.com